ADB con Spindox nell’emissione di MiniBond da 3 milioni di Euro

Milano, 10 aprile 2019 – SPINDOX S.p.A., società italiana attiva nel settore ICT come fornitore di servizi di consulenza, system/business integration e sviluppo di soluzioni IT (“Spindox” o la “Società”) comunica che, in data odierna, i prestiti obbligazionari denominati “SPINDOX S.p.A. 4,50% 2019 – 2025” e “SPINDOX S.p.A. 5,20% 2019 – 2024” del valore nominale complessivo di 3 milioni di euro, sono stati ammessi alla negoziazione sul Segmento Professionale (ExtraMOT PRO) del Mercato ExtraMOT operato da Borsa Italiana S.p.A. I prestiti obbligazionari, la cui emissione è prevista per l’11 aprile 2019, saranno interamente sottoscritti da investitori qualificati ai sensi dell’articolo 100 del D.Lgs. n. 58/1998, tra cui Fondo Progetto MiniBond Italia gestito da Zenit SGR e ICCREA BancaImpresa.

L’emissione, funzionale a sostenere i piani di sviluppo della Società, è realizzata in due tranche di durata media ponderata pari a circa 6 anni ed un tasso medio ponderato pari a circa il 4,97%.  

Spindox, fondata nel 2007 da un gruppo di manager che ne detengono tuttora l’intero capitale sociale, si è affermata in pochi anni come una delle realtà più dinamiche sulla scena italiana, entrando nella top 100 dell’ICT (fonte: IDC – Data Manager).

La Società realizza soluzioni innovative, robuste e scalabili, fornendo servizi di consulenza e strategic design, governance dei progetti, attività di system integration, sviluppo e manutenzione applicativa, gestione di infrastrutture hardware e software, cyber security, supporto all’esercizio IT e ingegneria delle telecomunicazioni.

Il valore della produzione della Società risultante dal progetto di bilancio per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2018 è pari a circa 42,6 milioni di Euro (+29% rispetto al 2017), mentre l’EBITDA è pari a circa 2,3 milioni di Euro e la PFN è pari a circa 1,8 milioni di Euro.

ADB Corporate Advisory ha svolto il ruolo di advisor nell’operazione, Pedersoli Studio Legaleha agito in qualità di deal legal counsel, mentre Securitisation Services S.p.A. (Gruppo Finint) e Banca Finint hanno svolto rispettivamente il ruolo di Issuing Agent e Paying Agent.

L’emissione di SPINDOX dimostra come i cosiddetti MiniBond possano rappresentare una valida fonte di finanziamento complementare per le imprese virtuose dotate di progetti di crescita solidi e ambiziosi – dichiara Mario Bottero Head of Corporate Finance di ADB – la Società è riuscita agevolmente ad affrontare percorso di emissione”.

I regolamenti dei prestiti obbligazionari e il Documento di Ammissione alla negoziazione su ExtraMOT PRO sono consultabili sul sito internet della Società: www.spindox.it

***

Avvertenza. Non vi sarà alcuna offerta al pubblico di strumenti finanziari della Società né in Italia né in alcun paese estero.  Il presente comunicato stampa è redatto a soli fini informativi e non costituisce proposta di investimento né offerta al pubblico o invito a sottoscrivere o acquistare strumenti finanziari né in Italia né in qualsiasi altro Paese in cui tale offerta o sollecitazione sarebbe soggetta a restrizioni o all’autorizzazione da parte di autorità locali o comunque vietata ai sensi di legge.  L’offerta degli strumenti finanziari menzionati nel presente comunicato non è stata sottoposta all’approvazione di CONSOB o di qualsiasi altra autorità competente in Italia o all’estero ai sensi della normativa applicabile e, pertanto, gli strumenti finanziari potranno essere offerti, venduti o distribuiti in Italia e negli altri Stati membri dello Spazio Economico Europeo che abbiano implementato la Direttiva 2003/71/EC (“Direttiva Prospetto”), esclusivamente in regime di esenzione dall’applicazione delle disposizioni di legge e regolamentari in materia di offerta al pubblico. Gli strumenti finanziari menzionati in questo comunicato stampa non possono essere offerti o venduti né in Italia, né negli Stati Uniti né in qualsiasi altra giurisdizione senza registrazione ai sensi delle disposizioni applicabili o una esenzione dall’obbligo di registrazione ai sensi delle disposizioni applicabili.  Gli strumenti finanziari menzionati in questo comunicato stampa non sono stati e non saranno registrati ai sensi dello US Securities Act of 1933 né ai sensi delle applicabili disposizioni in Italia, Australia, Canada, Giappone né in qualsiasi altra giurisdizione.